Tag Archives: solitudine

La solitudine…

La solitudine è più spesso una scelta, forse inconsapevole, di debolezza che figlia di un caso. E’ il fiore amaro dell’inerzia e della paura, il frutto guasto di una stramba forma di egoismo.

Io, Alessandro Bruno

Il sorriso degli amici…

Nel sorriso degli amici veri c’è l’impronta del tuo cuore, la foto del tuo passato e la promessa mantenuta di non essere mai soli. E questa è la mia inestimabile ricchezza.

Io, Alessandro Bruno

Freddo e calore…

Nel freddo dello sconcerto non esiste aiuto più grande del calore dell’affetto.

Io, Alessandro Bruno

Gli stupidi…

Gli stupidi, pur essendo in maggioranza schiacciante, saranno comunque sempre soli.

Io, Alessandro Bruno

Statue nel deserto…

Molti rimangono talmente fermi sulle proprie posizioni che fanno di se stessi una statua. In mezzo ad un deserto dove non ci sarà più nessuno ad ammirarla.

Io, Alessandro Bruno

Bisogno…

Non è quando hai bisogno degli altri ma è quando realizzi che quel bisogno lo hai creato tu, che comprendi davvero la solitudine.

Io, Alessandro Bruno

Ricorrenze…

Le ricorrenze sono teoremi di matematica umana. Sono il termometro della nostra solitudine e del valore di chi ci circonda. Rapporti algebrici non lineari dove due valgono cento e cento valgono zero.

Io, Alessandro Bruno

Rami secchi…

A furia di tagliare rami apparentemente secchi, il nostro tronco rimane spoglio e solo. L’umiltà aiuta a capirlo in tempo.

Io, Alessandro Bruno

Con…

Decido con lentezza, agisco con decisione e, se attaccato, difendo con violenza. Il coraggio riposa nel “con”, grazie al quale so di non essere mai solo.

Io, Alessandro Bruno

Gente triste…

Le persone sempre tristi sono nuvole eternamente scure, a cui non basterà piovere ettolitri di sfoghi per tornare bianche.
Sono nuvole, dal cuore talmente gonfio di rimpianto, che diventano enormi, fino ad oscurare anche il tuo cielo.
Se vuoi tornar a vedere il sole, purtroppo, devi soffiare per invocare il vento, quello freddo e duro, perché le sposti.
Il cielo terso è, spesso, una dolorosa scelta costellata di solitudini.

Io, Alessandro Bruno