Tag Archives: mediocrità

Pazzia…

La pazzia è avere un alto grado di incoscienza o, invece, un alto grado di coscienza. La pazzia, in ogni caso, non ammette mediocrità.

Io, Alessandro Bruno

Ambizioni…

L’eccellenza è fatta di dolorose selezioni. Puoi essere straordinario quanto vuoi, ma se ti accontenti della mediocrità, alla fine, sei un mediocre anche tu.

Io, Alessandro Bruno

Il senso di colpa…

Il senso di colpa è il sicario al soldo di anime mediocri. E la sua vittima è, quasi sempre, la tua libertà.

Io, Alessandro Bruno

Constatazioni…

I tempi sono decisamente cambiati. Quand’ero adolescente i giornalisti e gli artisti che fungevano da riferimenti culturali e da agitatori di pensiero erano Indro Montanelli, Enzo Biagi, Eugenio Scalfari, Pasolini, Dario Fo, Giorgio Gaber, Gianmaria Volonté… Oggi, dopo solo qualche lustro, i Maîtres à Penser giornalistici ed artistici sono i Bruno Vespa, Travaglio, Fiorella Mannoia, Erri De Luca, Jovanotti…

Snobismi…

L’uomo si adatta a tutto, anche alla mediocrità degli altri. Per questo il mio snobismo non è una scelta ma una necessità.

Io, Alessandro Bruno

Bombe ad orologeria…

Gli imbecilli vanno tenuti lontani finché si ha tempo. Sono bombe ad orologeria che, prima o poi, faranno esplodere i tuoi nervi.

Io, Alessandro Bruno

Seconde scelte…

Se avessi voluto essere una seconda scelta, che viene dopo tutto il resto, magari a tempo perso, quello che si accontenta, beh, sarei una mediocrità.
Ma, io, non lo sono. Ho scelto di non esserlo.
Mi dispiace ma siamo diversi.

Io, Alessandro Bruno

Attenzioni…

L’agitarsi per ricevere attenzioni è tenero nei cani, patetico nei mediocri.

Io, Alessandro Bruno

Epoche sbagliate…

Manco un secolo fa la gente si esaltava per De Gaulle, Mussolini, Lenin, Stalin, Roosevelt, Churchill, Hitler. Oggi per Grillo, Berlusconi, Renzi, Obama, Hollande, LePen, Cameron, Putin. Cristo, ma proprio in quest’epoca così di merda, in un tale condensato di mediocrità, dovevo nascere?

Io, Alessandro Bruno

Specchi…

Gli specchi dei mediocri son tutti rotti.

Io, Alessandro Bruno