Io devo essere una brutta persona

Io devo essere una brutta persona, altrimenti non si spiega.
Non c’è silenzio che non possa trovare parole, non c’è pietà nelle torri alte da cui si guarda il muro invece della vallata, non c’è senso per chi non pensa.
Eppure io devo per forza essere una brutta persona, altrimenti non si spiega.
Non c’è coltello che tagli un sipario o una fiamma che sciolga la maschera,
eppure non c’è cera che non faccia un calco o una serratura che non abbia chiave.
E non ci sono versi che non siano poesia o pensieri che non possano diventare sinfonia o desideri che possano trovare pace o uno sguardo che non possa essere ricordato.
Non ci sono pagine che non possono essere scritte, col mascara pianto o col rossetto stampato, con gocce di vino o con unghie spuntate, con la barba sfatta e gli occhi rossi o con matite nere o penne antiche o con un sorriso appena accennato.
Eppure.
Eppure io devo per forza essere una brutta persona, altrimenti non si spiega.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.